Da Barolo a Bordeaux, facendo formazione

Da Barolo a Bordeaux, facendo formazione

In Ca' Rugate la crescita passa attraverso il confronto. Dopo il viaggio attorno a Barbaresco e Barolo ora è la volta della Francia.

La crescita passa attraverso il confronto. Ne è convinto Michele Tessari quando racconta l'ultima esperienza fatta in Francia assieme alla sua squadra enologica.

Un viaggio fortemente voluto in una delle zone viticole più belle del pianeta e un momento di crescita professionale. A Bordeaux abbiamo visitato tonnellerie e chateaux, ci siamo confrontati con i più grandi del vino e siamo tornati in azienda con spunti nuovi e qualche conferma. Nella zona di Bordeaux si sta riflettendo molto sugli orientamenti stilistici futuri, soprattutto in funzione di un mondo enologico che dovrà confrontarsi con sommatorie termiche difficili da gestire e, per contro, un mercato che preferisce sempre più la bevibilità piuttosto che la muscolatura di un vino. Quindi importanti riflessioni e la conferma che il vino, a bacca bianca o rossa che sia, deve comunque portare con sé il piacere di un alto punto di bevibilità, senza nel contempo sottrarre nulla alla complessità e all’articolazione di un vitigno e di un territorio.

Con questo spirito e con la premessa che per crescere è importante confrontarsi e fare tanta ricerca, Michele ha voluto accompagnare i suoi più stretti collaboratori.
Un'esperienza che fa parte di un programma più ampio finalizzato alla formazione specialistica. Ad aprile scorso, il viaggio tra Barolo e Barbaresco, una giornata di training con il gruppo viticolo dell’azienda.

Sfoglia l'album di viaggio, Ca' Rugate training on the “field"!

Condividi
indietro
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info